Il progetto ROCK e la Via Zamboni

ROCK è l’acronimo di “Regeneration and Optimization of Cultural heritage in creative and Knowledge cities” ed è il progetto europeo con cui il Comune di Bologna, in collaborazione con l’Università di Bologna, ha vinto il bando UE Horizon 2020, per contribuire alla rigenerazione della zona universitaria (Zona–U) attraverso gli strumenti della conoscenza, della partecipazione e della trasformazione degli spazi.

Coniugando conservazione, innovazione e tutela ambientale il progetto ROCK, della durata di tre anni (maggio 2017 – maggio 2020) più due di monitoraggio, è una ricerca-azione volta a riconoscere e rafforzare l’identità della Zona–U come distretto culturale, creativo e sostenibile.

Il progetto ROCK, che coinvolge dieci città, sette Università e numerose associazioni e realtà private di tredici paesi europei, a livello locale si confronta con una rete già attiva di interlocutori pubblici e privati che, anche attraverso le iniziative a carattere culturale de’ “La via Zamboni”, interviene nella zona universitaria con il preciso intento di valorizzare l’area che si snoda lungo Via Zamboni, nel cuore della città di Bologna.

ROCK è conoscenza

ROCK realizza un’indagine focalizzata di cartografia partecipata per analizzare la “frequentazione urbana” dell’area con interviste e osservazioni. Le informazioni raccolte, relative ai luoghi, ai tempi e ai percorsi confluiranno nella mappa tematica dell’Atlante della Zona–U.

La mappatura in costante aggiornamento, descrittiva del patrimonio, delle trasformazioni in atto, degli attori chiave del processo, è volta a stimolare pratiche creative, nuove forme di socialità e di cultura urbana.

Dialoghi periodici con esperti su scala nazionale ed internazionale contribuiscono a sostenere il processo di conoscenza della Zona-U.

ROCK è partecipazione

Attraverso U-Lab, laboratorio di pratiche partecipative, il progetto ROCK sviluppa una nuova stagione di osservazione, ideazione e sperimentazione nella Zona-U.

U-Lab coinvolge Comune di Bologna, Università di Bologna, Fondazione Rusconi e Teatro Comunale ed è coordinato da Urban Center Bologna. U-Lab prevede due principali linee di azione: da una parte incontri tematici di ascolto e co-progettazione, dall’altra azioni sperimentali e di animazione del territorio selezionate tramite un bando pubblico.

La attività di U-Lab mirano a trasformare l’area in una zona di sperimentazione culturale diffusa per accompagnare la progettazione della rigenerazione, sviluppare nuove idee per la valorizzazione, l’uso non convenzionale e la creazione di servizi e promuovere alcune azioni sperimentali per i diversi spazi del distretto, in particolare verso il concorso di architettura previsto sulla zona del Teatro Comunale e via del Guasto. Sono in programma oltre 60 iniziative di cui 20 attività laboratoriali, al Teatro Comunale e in altri luoghi dell’area lungo Via Zamboni.

ROCK è trasformazione

ROCK attiva un Atelier sperimentale per co-progettare le trasformazioni della Zona-U e realizzare interventi esemplificativi avendo come obiettivi l’incremento dell’uso sociale, la garanzia di una piena accessibilità e fruibilità del patrimonio culturale, il miglioramento delle condizioni ambientali degli spazi di uso pubblico.

Le prime azioni di trasformazione si sono concretizzate nella trasformazione di Piazza Scaravilli da parcheggio a giardino dinamico, attraverso il progetto Malerbe, e nell’apertura quotidiana del Foyer Respighi del Teatro Comunale per attività di lettura, ascolto, studio informale.

Nell’ambito di UTOPIA, progetto ideato dal Fondazione Teatro Comunale di Bologna nel cinquantesimo anniversario del ’68, Utopia Concreta è un workshop degli studenti dell’Ateneo di Bologna, finalizzato alla co-progettazione e auto-costruzione di un giardino e di un padiglione temporaneo in Piazza Scaravilli, cosiddetto Malerbe#2.

Con l’installazione di natura temporanea del Winter Village, posta al centro di piazza Verdi, tra dicembre 2017 e febbraio 2018, si è sperimentata una delle idee alla base delle azioni del progetto ROCK: occupare lo spazio per modificare la frequentazione della zona e innescare un percorso virtuoso di riqualificazione.

Siti web del progetto:
rockproject.eu
bologna.rockproject.eu